venerdì 9 novembre 2012

Crespelle integrali con crema di zucca e mandorle


Giorni intensi questi, di quelli che entreranno nei ricordi con la dicitura "grandi cambiamenti", dove ora come ora non c'è un attimo per fermarsi e riflettere, eppure ce ne sarebbe bisogno, perché la vita che hai sempre vissuto sta per cambiare.
Questo è un post un po' particolare e lievemente nostalgico, perché è l'ultimo che scrivo dal pc collegato nella mia camera, coi libri impilati in torri equilibriste sulla scrivania, altri accasciati per terra perché appena sfogliati, col letto sempre un po' in disordine, i vestiti appesi alla sedia rosa, le foto di un'adolescenza passata attaccate alle mensole con lo scotch, le scatole pieni di vecchi diari, di lettere ricevute e di altre mai consegnate, pezzetti di me che si rincorrono in pochi metri quadri e mi raccontano tutto quello che è stato e che non sarà più.
Sabato io e Daniele andiamo a vivere insieme, iniziamo questo lungo e impervio percorso con la speranza che tutto vada per il meglio e che la frase "se c'è l'amore c'è tutto" sia proprio vera. Salutiamo le case dei nostri genitori, consapevoli che chiuse quelle porte la vita diventerà enormemente più complicata, ma con la volontà di riuscire a cavarcela da soli.
Per quel che mi riguarda, la mia quotidianità sarà totalmente diversa: abituata da sempre a vivere nel bel mezzo di una trafficatissima via a due passi dal centro, mi trasferisco in collina, dove l'unica cosa facilmente raggiungibile a piedi è la fontanella dell'acqua; abituata a cucinare più per gioco che per necessità, dovrò fare i conti con la spesa settimanale...
C'è tanta emozione, un po' di paura e un pizzico generoso di malinconia; sarà che i cambiamenti mi fanno sempre paura...
Questo è l'ultimo, salvo eventi particolari, piatto fotografato a casa della mia mamma; è un piatto semplice, buono e genuino...come lei.

Ingredienti per 3-4 persone:
125 gr farina integrale
125 gr farina semintegrale
mezzo cucchaino di curcuma
3 cucchiai olio evo
150 gr yogurt di soia naturale fatto colare per 12 ore*
un porro medio, solo la parte bianca
400 gr zucca al netto della buccia
100 gr mandorle naturali
latte di soia naturale q.b.
sale marino integrale, pepe, timo

*la sera prima mettere 500 gr di yogurt di soia in un tovagliolo di stoffa pulito, appenderlo sopra ad una ciotola, riporlo in frigo affinché perda il siero. Il giorno dopo mescolare ad un pizzico di sale e qualche goccia di succo di limone.

Procedimento:
Uniamo le farine e la curcuma in una ciotola, mescoliamo con una frusta, aggiungiamo a filo il latte di soia mescolando, fino a che raggiungiamo la densità di una pastella piuttosto liquida. Uniamo l'olio, un pizzico di sale e di pepe; mescoliamo nuovamente finché tutto è perfettamente amalgamato e mettiamo a riposare in frigo per 30 minuti.
Intanto tostiamo leggermente le mandorle a fuoco dolce , facciamole raffreddare e poi frulliamole nel mixer a velocità crescente fino a ridurle in farina; riserviamo.
Tagliamo il porro a rondelle sottilissime, la zucca a tocchetti e mettiamo in padella con un filo d'olio evo e un pizzico di sale, cuociamo a fuoco medio per qualche minuto mescolando, aggiungiamo poi un bicchiere d'acqua e continuiamo la cottura dolcemente, finché la zucca è tenerissima e i liquidi sono perfettamente assorbiti.
Passiamo le verdure ancora calde in uno schiacciapatate, mettiamo la purea ottenuta nel frullatore con lo yogurt, le mandorle, le foglie di 4-5 rametti di timo, un pizzico di sale e uno di pepe. Se il composto frullato dovesse risultare troppo liquido aggiungiamo un cucchiaio di pangrattato e mescoliamo.
Nel mentre che prepariamo le crespelle facciamo riposare la crema in frigo.
Ungiamo una padella antiaderente e facciamola scaldare, versiamo un mestolino di pastella facendola correre su tutta la superficie e lasciamola cuocere finché si rapprende, poi giriamola e cuociamola dall'altro lato. Ripetiamo fino ad esaurire il composto, tenendo in caldo le crespelle pronte in un piatto coperte da un tovagliolo di stoffa.
Farciamo le crespelle con la crema di zucca, arrotoliamole e serviamole tiepide con qualche fogliolina di timo fresco.

Con questa ricetta, liberamente ispirata all'ultimo allegato di Sale&Pepe, "Zucca la regina dell'orto", partecipo alla raccolta di novembre di Salutiamoci, la cui "sfida consiste nel cucinare qualcosa di buono, bello e soprattutto sano, alla scoperta di nuovi ingredienti nel rispetto della loro stagionalità, approfondendo la conoscenza del rapporto tra cibo e salute, ed evitando soprattutto facili scorciatoie industriali o scelte che prediligano solo l'occhio o il palato senza tener conto della salubrità nel lungo termine", che questo mese ha come ingrediente la zucca e viene ospitato da La Via Macrobiotica.

Un abbraccio e a presto.

29 commenti:

  1. In bocca al lupo. È vero, ogni cambiamento spaventa, ma è anche un'occasione meravigliosa di crescita e cambiamento.
    /adoro! Ricetta splendida, as usual :)

    RispondiElimina
  2. Vedrai che tutto andrà a gonfie vele, i timori è normale ci siano, ma quando ci si vuol bene tutto si affronta insieme e si impara a costruire giorno dopo giorno.
    Splendide le crespelle, non mi basterà l'inverno per provare tutte le ricette con la zucca che stanno arrivando a Salutiamoci :)
    Buona vita a te e a Daniele

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia!!! Troppo brava!!!

    RispondiElimina
  4. Per mia esperienza posso dire che non è facile, serve tanta pazienza, mettere da parte l'orgoglio, ma come ogni cosa nuova si impara un pò alla volta e si va avanti assiem...e lo dico per esperienza personale. Detto questo, io adoro la zucca!! Ultimamente la sto mangiando a quintali ma non avevo mai pensato alle crespelle. Devo assolutamente provare!!

    RispondiElimina
  5. Che belle!!! Questo si che è un piatto bello, buono e sano! Grazie! :)
    Dealma

    RispondiElimina
  6. ma che bello, in collina! con la fontanella dell'acqua! da l'idea che sia un bel posto, è normale essere un po' tristi ma è quella tristezza felice, no? in bocca al lupo per il cambiamento, e la ricetta è bellissima :-) grazie

    RispondiElimina
  7. La ricetta con foto annessa e' stupenda :)
    E per il cambiamento, vedrai, visto che so cosa provi, sarà un'esperienza bellissima a tratti impegnativa e faticosa... Ma il vivere insieme te e lui finalmente soli sarà fantastico ❤
    Noi abbiamo la casetta in montagna, solitari, lontani da tutto e tutti, ma sempre più felici e consapevoli di una scelta che ci ha ridato la voglia di vivere!!!!
    Non avere paura... La 'solitudine' in collina ti regalerà emozioni impareggiabili!!!

    Un abbraccio dolce Katy

    Camiria

    RispondiElimina
  8. La convivenza è una condivisione bellissima! Io non tornerei indietro mai! Che invidia la casa in collina! coraggio e in bocca al lupo!
    Notte,
    Sissa

    RispondiElimina
  9. ehm, sulla convivenza mi sa che tutte ti potremmo raccontare delle storie interessanti, non è esattamente la cosa più semplice del mondo, ci vuole taaaaaanta pazienza, ma proprio tanta! Ma ci sono anche tantissimi momenti belli che ti perderesti altrimenti, quindi in bocca alla lupa! :D

    RispondiElimina
  10. Sono proprio contenta per te! E' normale che la sera soprattutto ci sia un po' di malinconia, ma vedrai che sarà vita vera, intensa, a volte dura ma profondamente tua!
    Complimenti anche per queste bellissime crespelle! Deliziose sia in estetica che sicuramente in gusto!

    RispondiElimina
  11. In bocca al lupo per la vostra vita insieme, che il lupo si prenda cura di voi come fa con i suoi cuccioli!
    Sono sicura che con amore e volontà le cose andranno sempre come vorrete! ^_^
    Questa ricetta, dolcemente dedicata, è strabuona!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ciao katy!! Sei sempre piu' brava!!! Le cose volgano in meglio, sara' cosi' anche per la tua nuova vita :-) i cambiamenti fanno paura ma portano a un'evoluzione e ad una profona crescita :-) potrai progettare e nuove cose :-) sara' stimolante :-) buttati! Dove ti trasferirai??? Un bacione carissima!!!

    Federica :-)
    www.mipiacemifabene.com

    RispondiElimina
  13. Grazie a tutte ragazze e scusate il ritardo!
    Facendo un sunto dei vostri commenti, direi che la pazienza è l'ingrediente fondamentale per far sì che tutto vada bene...lo terrò presente! ;-)

    Per quanto riguarda le crespelle sono proprio buone, se vi capita provatele! Io il giorno dopo le ho anche gratinate in forno con un po' di besciamella fatta con farina, olio evo e latte di soia naturale...buone anche così! :-)

    @stelladisale sì, tristezza felice direi che è l'ossimoro perfetto per questa situazione ;-) un abbraccio

    @mipiacemifabene ciao Fede, grazie! :-) Da ieri mi sono trasferita a San Clemente, a due passi da Coriano...conosci? Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  14. Hi hi hi ... all'alba dei 38 anni, ne faccio già 15 di convivenza ... direi che potrei raccontarti quintali di aneddoti. Ma sai che ti dico: che non cambierei un solo gionro della mia vita insieme al marito Ravanello!!! (Ma ti assicuro che di pazienza ce ne vuole un camion!!). Beh complimenti per la ricetta, divina, colorata, gustosa e quelle foto sempre meravigliose ;-D Intanto ... ne approfitto per dirti che da me c'è una novità, ideata con Felicia: un nuovo contest facile facile e sano sano ... qui c'è da divertirsi: regole elastiche, anche ricette vecchie, quante ricette vuoi e pure per email! Insomma ne vogliamo una valanga!! A presto un bacio dalla Ravanella http://ravanellocurioso.wordpress.com/2012/11/11/felici-e-curiosi-il-contest/

    RispondiElimina
  15. i cambiamenti spaventano sempre un po', ma a me piacciono tantissimo! ogni volta che mi trasferisco in una nuova città o in una nuova casa sono sempre emozionata e piena di speranze! in bocca al lupo per tutto! ci vediamo alla prossima allora, con la prima ricetta nella tua nuova casa!
    buonissima la ricetta, come sempre! un bacione!!

    RispondiElimina
  16. grandi novità allora...in bocca al lupo per tutto e viva le mamme sempre, che si apprezzano anche di più quando le si lasciano, vedrai... ;)
    ottime le crepe!

    RispondiElimina
  17. Quando arrivo da te e vedo queste splendide fotografie rimango folgorata!!!! bellissima ricetta sono davvero stupende e sicuramente buonissime :-) Vedrai questo è un cambiamento positivo!!!! molto positivo.... qualche giorno per assestare il tiro è inevitabile, siete due individue diversi che si ritrovano a vivere insieme, andranno smussati gli angoli, ci sarà da tollerare e magari sorvolare.... ma l'amore, la maturità, il rispetto vinceranno!!!! Un bacione...... a tutti e due :-) Non vedo l'ora di vedere le prossime fotografie nella nuova casa......... anche la luce sarà diversa ♥

    RispondiElimina
  18. che bello questo tenero e dolce post...ti scrivo che hai già voltato pagina che sei già vicino alla fontanella....questo piatto è davvero speciale..celebra tutto l'amore per passato per tutto l'amore nuovo....buona vita.

    RispondiElimina
  19. ciao Katy! ti faccio tantissimi in bocca al lupo per la nuova vita, da quasi 6 anni io convivo con Benna, e sono tutt'oggi convinta sia stata una delle scelte più giuste che abbia mai fatto. E da quello che ho capito, siete andati ad abitare in un posto stupendo!
    Come stupende sono le tue crepes, mamma mia che delizia.... Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  20. u ma che bello la vita insieme!!!
    per me è stata un'esperienza del tutto positiva: Maritino ed io abbiamo iniziato a litigare meno e volere comparteciparci di più da quando abbiamo spiccato il volo ^_^
    Un baciottone (oggi è il secondo giorno di vita insieme!!) e queste crespelle si presentano con una morbidezza davvero perfetta!

    RispondiElimina
  21. certo che conosco san clemente! piacerebbe anche a me trasferirmi in quella zona. Come stai tu?? ti sei ambientata??

    RispondiElimina
  22. Diciamo NI ;-) La zona è molto bella ma sono arrivata in un momento in cui il meteo non è dalla mia parte...piove sempre e c'è la nebbia. Poi sai ero abituata a vivere a 2 passi dal centro, appena mi serviva una cosa avevo i negozi accanto...ora se mi rendo conto che non ho la noce moscata, tocca fare senza.
    Beh, lo sapevo che questi erano i contro della vita in campagna, d'altro canto però il silenzio che c'è qui è impagabile ;-)

    RispondiElimina
  23. @tutte grazie mille per gli incoraggiamenti! :-)

    RispondiElimina
  24. Che bello, in bocca al lupo anche da parte mia! Anche per me la convivenza è stata un'esperienza del tutto positiva, un proseguimento naturale. Certo, non sempre è facile, ma ne vale la pena! E poi anche a me piacerebbe tanto andare ad abitare in mezzo al verde, però capisco che per chi è abituata a stare in città ci voglia un po' di tempo per adattarsi. Coraggio!

    RispondiElimina
  25. Ciao, capito qui per caso e...mi piace molto, sia per le ricette che per le foto..mi unisco ai tuoi lettori!

    RispondiElimina
  26. Tutto ANDRA' bene. Se ti può aiutare, noi ci siamo incontrati e dopo pochissimi giorni già vivevamo insieme. Ora conviviamo da due anni e mezzo, e difficilmente riusciremmo a descrivere la bellezza che sta nella condivisione di tempo e spazio, nel vivere fianco a fianco ogni momento della giornata. Vivere insieme è la cosa più appagante che possa capitare a una coppia unita. E poi con una cuoca come te è impossibile non trovarsi bene :-P. La tua creazione è un capolavoro.

    RispondiElimina
  27. sottoscrivo quanto detto dai bellissimi notedicucina. Io e Fidanzato abbiamo cominciato a convivere dopo pochi mesi che ci siamo conosciuti. e siamo stati subito bene.. c'è ancora tanta strada da fare, è vero, ma avere la certezza che la persona che hai a fianco in rare occasioni potrà trasmetterti qualcosa di diverso dalla sensazione di serenità è confortante e dà un senso ad un percorso da fare insieme.
    Sai cucinare, dalle righe di questo blog traspare in pieno la bellezza della tua persona, sai fotografare... cosa potrebbe andar male?

    RispondiElimina
  28. @herbi grazie cara! Io e Dani siamo andati a convivere dopo 8 anni che stavamo insieme O____o Mamma mia!
    Temo però che cucinare e fotografare non siano dei requisiti di base per fare andare bene le cose, ma grazie comunque per la fiducia! :-)

    RispondiElimina