mercoledì 23 ottobre 2013

Polpette di seitan, castagne e nocciole


Di polpette ne abbiamo già parlato abbondantemente qui e quindi non starò a ripetermi su quanto siano uno dei piatti a cui tengo di più.
Queste mi piacciono particolarmente perché sono veloci (ovviamente se sia hanno già le castagne cotte), con la crosticina esterna e morbide dentro, saporitissime e ideali per queste serate autunnali, magari accompagnate da un po’ di polenta calda.
Ovviamente possono anche essere congelate da crude e diventare un ottimo salva cena per quando non si ha nulla di pronto.
Vi lascio alla ricetta :-)

Ingredienti per 20 polpette circa:
250 gr seitan al naturale
200 gr castagne cotte e sbucciate
60 gr riso baldo integrale (peso da crudo)
40 gr nocciole tostate
1 cipolla media dorata
1 spicchio d'aglio piccolo
2 cucchiai lievito alimentare
un mazzetto di prezzemolo tritato
60 gr pane grattugiato, circa
sale, pepe
olio evo
farina 0 per infarinare

Procedimento:
Come prima cosa laviamo il riso sotto acqua corrente e mettiamolo in un pentolino con il triplo del suo volume di acqua e un pizzico di sale. Poniamo su fuoco basso, chiudiamo col coperchio e facciamo cuocere fino a totale assorbimento e cottura del cereale (circa 45 minuti). Facciamolo raffreddare.
Intanto sbucciamo la cipolla, sminuzziamola a dadini e mettiamola in una padella con l'aglio schiacciato e 3 cucchiai di olio evo. Saliamo leggermente e facciamo andare a fiamma moderata, mescolando spesso, finché la cipolla non diviene traslucida. Facciamo raffreddare.
Posizioniamo le nocciole tostate nel frullatore assieme a un pizzico di sale e frulliamo fino a ridurle in farina. Aggiungiamovi il seitan spezzettato grossolanamente e frulliamo a scatti fino a macinarlo finemente, versiamolo in una ciotola e riserviamo. 
Nel robot mettiamo le castagne e il riso ormai freddo, frulliamo a velocità crescente finché non si formerà un composto liscio e appiccicoso, che tende ad appallottolarsi su se stesso.
Aggiungiamo il seitan macinato assieme alle nocciole, la cipolla cotta, il lievito in scaglie, il prezzemolo tritato e una dose generosa di pepe. Frulliamo a scatti finché il composto non è perfettamente amalgamato.
Versiamo il tutto in un'ampia ciotola e aggiungiamo circa metà dose di pangrattato e iniziamo ad impastare con le mani, aggiungiamone un po' alla volta finché non otteniamo un panetto liscio, non appiccicoso e facilmente modellabile. Copriamolo con pellicola e facciamolo raffreddare in frigo per almeno 30 minuti.
Riprendiamo l'impasto e con le mani leggermente unte formiamo una ventina di polpette della stessa dimensione, leggermente schiacciate nel centro. Passiamole in un piatto con 2-3 cucchiai di farina, finché non sono infarinate da tutti i lati.
Scaldiamo 3 cucchiai di olio evo in un'ampia padella e quando è caldo adagiamovi le polpette (meglio metterne un po' alla volta e non tutte assieme), giriamole spesso e velocemente finché non sono perfettamente dorate. Mettiamole in piatto con carta assorbente e continuiamo a cuocere le altre, fino a esaurimento.
Serviamole calde, magari accompagnate da un po' di polenta.

A presto!


24 commenti:

  1. Oddea °_° mi parli di polpette poi mi accenni alla polenta calda °_° io sto andando di raw da stamattina ma in quetso modo mi colpisci e mi affondi.....in un mare di polenta spero :D

    RispondiElimina
  2. seitan, castagne, nocciole...cioè <3 ecco. Io adoro tutto ciò. Brava Katy!

    RispondiElimina
  3. molto buone e mi piace anche l'idea di abbinarle alla polenta. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna! Sì, con la polenta sono un piatto completo e bello saziante :-)

      Elimina
  4. Mi piace l'idea del seitan con le castagne, una bella polpetta ricca e saziante... E quale miglior accompagnamento se non con la polenta!!! I love autunno!!
    Stupende stupende stupende!

    RispondiElimina
  5. Le trovo ottime cara Katy, solo una domanda: cos'è il lievito alimentare in scaglie? Mi incuriosisce... Buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina!
      Il lievito al. è un prodotto che si trova solo nei bio e, nonostante il nome, non ha nessuna capacità di lievitazione, perché inattivo.
      E’ ricchissimo di vitamine del gruppo B e di sali minerali, ma soprattutto è buonissimo! O meglio, a me piace tanto! E’ molto saporito, ha una nota tutta sua… a tanti non piace, ovviamente è omettibile aggiungendo un po’ più di pangrattato! :-)
      Baci cara <3

      Elimina
  6. Un piatto delizioso!Bravissima!
    Buona giornata,carina!

    RispondiElimina
  7. bellissima anche questa!un piatto da coccola autunnale.con questo tempo qua ne vorrei un bel piattone stasera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sì, proprio da autunno questa ricetta! :-)

      Elimina
  8. Sempre pieno di spunti questo bel blog! Un giorno voglio ospitarti sul mio ti va?? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Benedetta! :*
      ...Ma me lo chiedi anche? Per me sarebbe un onore!
      Il tuo è da sempre uno dei miei blog preferiti, e di certo tu sei nella top five delle food blogger del mio cuore <3

      Elimina
  9. bella questa atmosfera tenebrosa della foto, da' un tocco elegante... per il momento col seitan passo, considerati i miei attuali problemi digestivi (vedi mio ultimo post! :) ) ma e' una combinazione intrigante e di sicuro effetto!! posticipo ma non dimentico la ricetta... buona giornata e scusa l'assenza forzata...

    RispondiElimina
  10. Scusami se riesco a commentare solo ora ma questi corsi non mi stanno lasciando un briciolo di tempo, aggiungiamoci che da lunedì sono senza internet a casa e il telefono non prende quasi mai e quando lo fa è lentissimo..mi mancate un sacco! :( davanti a queste polpette non potevo però esimermi dal manifestare tutta la mia ammirazione, anche a costo di starci due ore per postare il commento! Mi piacciono le polpette, ma ssoprattutto sono innamorata delle castagne. Penso che se potessi scegliere morirei in un bagno di ballotte! (a ottobre-novembre chiaro, poi cambiando stagione cambia ingrediente!) Ecco, tu hai fatto una cosa spettacolare ♥

    Ho adorato anche la tua pasta gratinata ai funghi, tantissimo! :)

    Un bacione e spero a presto!

    RispondiElimina
  11. Queste polpette sono deliziose, ricche di ingredienti che adoro :)

    A presto, un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  12. Ho giusto mio fratello, vegano, a casa.... questa domenica. Gli faccio vedere la ricetta ;)
    Grande idea, bravissima!!

    RispondiElimina
  13. Katy, mi assento sempre più spesso, ma al tuo blog do' sempre più che uno sguardo perchè, non so se te l'ho detto, ma diventi ogni giorno più brava.
    A parte il fatto che le tue ricette ormai sono una garanzia, le foto che scatti sono sempre più belle e sofisticate! Riesco a sentire il profumo di queste polpette!
    come hai cotto le castagne?bollitura?
    un abbraccio grande, ma grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Herbi, tesoro!!!!! Che bello riaverti qui! :D
      Grazie mille, sei troppo gentile! <3
      Sì, io le castagne le ho bollite perché mangiandole solo io ho bisogno di un modo per mantenerle a lungo, ma credo che le polpette vengano bene anche con quelle arrostite :-)
      Baciotti

      Elimina