martedì 5 novembre 2013

Torta al doppio cioccolato, amarene e more


Il mondo anglosassone definirebbe questa torta decadent, e avrebbe ragione. E’ peccaminosa, lussuriosa, buona da creare dipendenza, poco sana -come tutti i vizi-, gastronomicamente sensuale e lasciva, con la sua colata di cioccolato e panna che sembra incitarti a raccoglierla col dito…
Non è una torta da tutti i giorni, ma da occasioni speciali. Di quelle che ti imposti la sveglia la mattina presto, solo per preparare il dolce che hai minuziosamente pensato in ogni piccolo particolare nei giorni precedenti, scartabellando tutti i tuoi libri e riviste di cucina, setacciando il web alla ricerca di quella ricetta dall’alchimia perfetta che incontri il tuo gusto e quello di chi riceverà il suo dono, la torta.
Così come si è soliti dire che è difficile regalare a qualcuno un profumo o un libro, perché sono cose molto personali, dove si rischia di acquistare seguendo solo ciò che per se stessi è buono e bello, la stessa cosa vale per una torta di compleanno.
Eppure c’è sempre l’eccezione. Ognuno di noi ha una persona che sa benissimo quale libro apprezzerà, di quale profumo si innamorerà e quale dolce adorerà. Per me è Daniele e questa torta così ricca è stata il suo regalo di compleanno.
Dentro c’è tutto quello che gli piace: cioccolato, panna, amarene, more e amore, il mio. Perché non bisogna mai sottovalutare la componente emotiva quando si cucina… una ricetta fatta con il cuore la si percepirà a vista d’occhio e il primo morso che le si darà non potrà che essere ancora più buono.
Si dice che il sentimento non ha forma, non ha una struttura fisica, che è ovunque e da nessuna parte, penso che questo sia giusto solo in parte. Perché se è vero che il nostro amore è nel bacio che ci diamo quando ci salutiamo al mattino, quando lui prepara il caffè, quando io gli cucino il pranzo per il lavoro, quando passeggiamo mano nella mano, quando condividiamo la nostra quotidianità senza mai viverla come banale routine, ma custodendola come il dono più grande, è altrettanto vero che per il suo compleanno ho cercato di donargli tutto il mio sentimento, dandogli una forma.
Quindi il mio amore per Daniele è una torta al cioccolato a due piani, imbevuta di sciroppo d’amarene, con uno strato di panna, uno di glassa fondente e tante more, amarene e riccioli di cioccolato? Sì, credo che sia il corpo perfetto per una storia che ha 9 anni, vissuta quotidianamente con tante salite da superare, ma che ha raggiunto la sua alchimia perfetta in un mix di dolcezza, comprensione, altruismo -dove si riesce a mettere da parte se stessi per l’altro- e che è leggermente decadent...

Ingredienti per 2 basi da 20 cm di diametro (meglio prepararle la sera prima):
160 gr farina 00
150 gr zucchero di canna chiaro
40 gr amido di mais
40 gr cacao amaro in polvere
1 cucchiaino da té di lievito in polvere
150 gr cioccolato fondente al 70% di cacao
60 ml olio di riso
400 ml latte di soia + 1 cucchiaio di aceto di mele
un pizzico di sale

Procedimento:
Mettiamo il latte in un boccale assieme al cucchiaio di aceto, mescoliamo e lasciamo riposare (il latte caglierà diventando grumoso, tranquilli, va tutto bene!).
Intanto spezzettiamo il cioccolato, mettiamolo in un pentolino e facciamolo sciogliere lentamente a bagnomaria, stando attenti a che non tocchi mai l’acqua e che questa non raggiunga mai l’ebollizione. Quando è perfettamente sciolto aggiungiamovi l’olio, mescoliamo e mettiamo da parte.
In una ciotola uniamo la farina e il cacao setacciati, lo zucchero, l’amido, il lievito e il sale. Mescoliamo.
Aggiungiamo velocemente il latte cagliato, rimestiamo sommariamente e versiamo il cioccolato fuso.
L’impasto deve risultare piuttosto denso, ma se notiamo che fa fatica ad amalgamarsi aggiungiamo un altro po’ di latte di soia.
Dividiamo ugualmente il composto in due tortiere da 20 cm di diametro e facciamo cuocere in forno preriscaldato a 170° per 20 minuti (nel mio forno ci stanno entrambe sullo stesso piano, se per voi non è così mettetene una nel piano inferiore e a metà cottura invertite le postazioni dei due dolci).
Sforniamo e facciamo raffreddare completamente.

Ingredienti per la farcitura bianca:
150 ml panna da montare 100% vegetale, già zuccherata, fredda di frigo (Io uso la solita Professional Cream)
3-4 cucchiai di amarene sciroppate, con il loro sciroppo
100 gr more

Procedimento per la farcitura bianca:
Mettiamo per una decina di minuti in congelatore una ciotola di vetro/metallo assieme alle fruste elettriche. Prendiamola, versiamovi la panna e iniziamo a montarla dal basso verso l’alto alla massima velocità con le fruste elettriche. Continuiamo per 3-4 minuti, finché non è raddoppiata di volume e non è a neve ferma. Riserviamo per l’assemblaggio assieme alla frutta.

Ingredienti per la farcitura nera:
150 gr cioccolato fondente al 50% di cacao
150 ml panna da montare 100% vegetale, già zuccherata
20 gr glucosio (opzionale)*
1 cucchiaio di sciroppo delle amarene
3-4 cucchiai di amarene sciroppate, con il loro sciroppo
100 gr more
1-2 cucchiai di riccioli di cioccolato fondente

Procedimento per la farcitura nera:
In questo caso la panna NON va montata: mettiamola in un pentolino assieme al glucosio e facciamoli scaldare a fuoco dolce, ma stiamo attenti a non farli bollire. Quando il composto inizia a fumare versiamovi il cioccolato spezzettato, spegniamo il fuoco e NON mescoliamo. Lasciamo così per 5-10 minuti, di modo che il cioccolato si sciolga lentamente da solo. Passato il tempo richiesto diamo una veloce mescolata, aggiungiamo il cucchiaio di sciroppo, rimescoliamo e mettiamo da parte per l’assemblaggio assieme alle amarene, le more e i riccioli.

Assemblaggio:
Con un coltello affilato pareggiamo le torte perfettamente fredde, eliminando la parte superiore a cunetta.
Mettiamo la prima base su un piatto da portata, versiamovi lo sciroppo delle amarene e faccaimola imbevere. Versiamo la panna montata al centro della torta e con una spatola spalmiamola su tutta la superficie. Cospargiamola di amarene e more.
Posizioniamovi sopra la seconda torta, imbeviamo anch’essa con lo sciroppo delle amarene conservate per la seconda farcitura.
Partendo dal centro versiamo tutta la glassa al cioccolato e facciamola colare fino ai bordi del dolce.
Cospargiamo di amarene sciroppate e more. Guarniamo con i riccioli di cioccolato fondente.
Facciamo riposare in frigo 1-2 ore prima di servire.

Il mio consiglio è sempre quello di preparare le basi la sera precedente, di modo che siano totalmente fredde il giorno dopo e facilmente maneggiabili.
Ovviamente usate cioccolato e frutta di qualità, perché ne vale proprio la pena.
Il glucosio* si può tranquillamente omettere, anche se aiuta a donare lucidità e ha una funzione anticristallizante che evita di percepire nella glassa ormai fredda particelle di cioccolato sotto i denti.
Un abbraccio e a presto!

PS Pe me la torta festeggia anche il mio blog restyling, spero che vi piaccia! :-)

51 commenti:

  1. Una torta decisamente LUSSURIOSA!!! Ma che meraviglia, bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, direi che lussuriosa è un latro aggettivo azzeccato :D
      Grazie Chiara, un bacione!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Con tutto questo cioccolato non poteva che piacerti ;-)

      Elimina
  3. porca l'oca, Katy <3 <3 <3 Sto sbavando. Trota meravigliosa, foto strepitosa, messaggio tenerissimo. Uomo fortunato, Danile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fra! <3
      Non sentivo l’espressione “porca l’oca” da un sacco… mi ha fatto ridere :D E poi non l’avevo mai vista per iscritto… ahahauuhau :D Rido ancora! (Ok, ora la smetto sennò arriva la neuro…)

      Elimina
    2. ^_^ Allora, te ne dico una. Andavo all'asilo dalle suore e, un giorno, ci dissero che non bisognava bestemmiare. Io alzai la mano e con aria innocente dissi che mia zia a volte bestemmiava. Diceva Porco Cane ^_^

      Elimina
  4. Se la magnificenza di tale beltà e bontà è proporzionale all'amore per Mr. D, allora il poverino è proprio inguaiato a vita! Mi verrebbe da citare un famoso slogan pubblicitario: Fate l'amore con il sapore...altro che yogurt!
    karin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahauhauahua Karin! :D Hai ragione, sarebbe lo slogan ideale! :-)

      Elimina
  5. Una torta tanto peccaminosa quanto buona!!:)

    RispondiElimina
  6. Questa torta è fantastica come lo sono le tue foto e la nuova veste grafica del blog. Brava brava e ancora brava e fortunato chi ti vive accanto.
    Adesso ne vorrei una fetta....
    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @roberta Grazie mille cara, è sempre un piacere leggerti qui :*

      Elimina
  7. Sei dolcissima e graziosa, vera e profonda. Hai dato una forma fantastica al tuo sentimento e alla tua passione. Al di là dell'accezione anglosassone, che poco ci interessa, hai sicuramente regalato a Daniele una parte di te e sono certa che lui l'avrà apprezzata. Sarebbe un pazzo non la comprendesse!!! E a noi hai regalato emozioni e bontà pura. Complimenti davvero, di cuore!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erica, troppo gentile! Un abbraccione :*

      Elimina
  8. Oddio...!!!!. Ho appena acceso il computer ed ho visto questa meraviglia!!! Spettacolare!! Io una torta così me la mangerei tutta da sola! :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, è dura da condividere… ma l’altruismo è la base dell’amore, no? ;-)
      Grazie Michi! :-)

      Elimina
  9. beh l'introduzione mi ha lasciata senza parole! THAT'S AMORE: mi sembra di vedervi passeggiare mano nella mano!
    Tanti auguri a Daniele, mi sentirei lusingata nel ricevere una torta di compleanno del genere: sono sicura che è una persona speciale e che insieme formiate una coppia specialissima! Ancora auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah... il restyiling mi piace molto! hai gusto ragazza, sì!

      Elimina
    2. Grazie Herbi! <3
      Che bello rileggere i tuoi commenti! :*

      Elimina
  10. Torta splendida adatta al libro gotico che sto leggendo, peccato non averla già qui, non è che accetti prenotazioni? Splendide le foto, come sempre, e per il restiling invece non concordo, non ti rispecchia, sei una persona così sfaccettata e colorata (di sentimenti ed emozioni).
    Perché non scegli un mix delle tue foto migliori? so che la scelta sarebbe ardua ma la torta "bianca", quella con i petali di mandorla, e questa nera sarebbero adatte, entrambe splendide, come te, raffinate e bellissime.
    Sei un arcobaleno perché scegli il bianco e nero?
    Un abbraccio e spero di non averti offesa, al prossimo raduno mi potrai sgridare.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che offesa, Antonella, figurati! :D
      Adoro la sincerità e poi i gusti sono gusti ^_^
      Ti dirò, avevo provato anche una versione pastello per il blog (stessi disegni, ma lievemente colorati), ma non mi convinceva…
      Sono felice però che tu abbia visto in me un arcobaleno.
      Al prossimo raduno doppio cassone per Antonella! :D

      Elimina
    2. ogni promessa è debito... non vedo l'ora che arrivi il raduno per il mio doppio cassone!
      Un abbraccio
      Antonella
      PS anche Alberto reclama il bis!

      Elimina
    3. E sia!
      Bis anche per Alberto! :-)
      Un caro saluto a entrambi

      Elimina
  11. Daniele è un uomo davvero fortunato, mai parole più dolci e sentite hanno raccontato in pochissime parole un amore splendido e dolce come il vostro, sia chiaro che anche lui è fortunato... Non tutti hanno una compagna che prepara queste meraviglie e si sveglia al mattino presto per trovare la ricetta perfetta che possa allietare il compleanno di una persona speciale.
    La Torta è meravigliosa e lussuriosa... D'altronde il compleanno viene una volta sola... Ci affonderei la faccia :D

    RispondiElimina
  12. uhh mamma.. na tortina da poco, semplice semplice insomma oggi..
    ;-D
    è bellissima, davvero! Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahha :D
      In realtà è semplicissima, solo un po’ lunga da fare ;-)
      Grazie Luisa! ^_^

      Elimina
  13. ti prego...puoi amare anche me, così mi prepari una torta così?fra l'altro...che pazienza ragazza!e che foto.tutta noir, come piace a me...
    valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale tu di pazienza ne hai da vendere… lo vedo nei tuoi piatti perfettissimi, quasi alchemici. :-)
      E’ la torta per te! :-)

      Elimina
    2. uuuhm...nel salato si, nei dolci meno.grazie comunque.

      Elimina
  14. sara' pure decadente, ma e' da svenimento!! augurissimi a daniele e complimentoni alle tue manine d'oro piene d'amore!

    RispondiElimina
  15. ricordo che hai gia' parlato della professional cream 100% vegetale, ma non ricordo il post... puoi ridarmi qualche dritta che vorrei prenderne un po', solo per le occasioni speciali pero'!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E’ questa https://www.facebook.com/photo.php?fbid=464116243647220&set=pb.426811144044397.-2207520000.1383678840.&type=3&theater
      Io la trovo nei grandi supermercati Coop e Conad :-)

      Elimina
    2. Tra l’altro è prodotta a Jesi, da una ditta che si chiama Cooperlat

      Elimina
    3. MA DAIIIIIIII !!! MI INFORMO SUBITOOOOOO !!! grazie :)

      Elimina
  16. Qui d'amore se ne vede tanto, ma tanto... lo hai espresso molto bene, ti è venuta una torta meravigliosa... si vede che sei stata ispirata dal sentimento... ;-)

    RispondiElimina
  17. Mamma santa!Questo e un capolavoro!SQUISITA!
    bacioni,carina!

    RispondiElimina
  18. Uhhhhhh!!! sono senza parole hai creato un trionfo di godurlussuriosa golosità e, che presentazione degna di un chiaroscuro di Caravaggio I♥IT

    RispondiElimina
  19. Che meraviglia di amore, che cosa bella. Sono d'accordo che sì, non bisogna aspettare (solo) determinate occasioni per dimostrare un sentimento, ma in un certo senso penso anche che sia un gran bel gesto e che sia giusto adoperarsi per fare qualcosa che sia in tutto e per tutto dedicata alla persona a cui s'intende dimostrare il proprio affetto. Questa torta trasuda amore vero, dedizione, passione e beh, grande abilità da pasticcera (e da fotografa!).
    Dimmi che c'è qualcosa che non sai fareeee :DD
    un bacione

    RispondiElimina
  20. bene allora ciaoooooooooo!
    io dopo aver visto questa torta posso anche rassegnarmi e morire in pace.
    ma cosa non è??
    coccolato, amarene, more.. tutte cose che mi piacciono tantissimo prese singolarmente e che insieme mi piacciono ancora di più!
    la tua foto è meravigliosa, rende perfettamente l' idea di bontà e se c' è una decadente quella sono io. dalla sedia. : ))))

    RispondiElimina
  21. non ho parole.
    è talmente sconvolgente, come ricetta, come spiegazione e soprattutto come foto, che mi ha lasciata col mento sulla tastiera.
    Non ci sono complimenti adatti.
    Chapeau.

    RispondiElimina
  22. lussuriosa decadente e molto molto British. Adoro quest'atmosfera che hai ricreato nella foto. Mi fa viaggiare parecchio con la fantasia. Gli ingredienti beh sono tanto ma tanto interessanti e soprattutto quell'ingrediente che rende unica la cucina, la cura, l'attenzione l'amore per l'altro. Si vede a occhio nudo hai ragione, fortunato Daniele e fortunata te, che avete un legame così stupendo da poter dargli una forma così regale; per quella quotidianità che conosco bene, un dono prezioso da tenere stretto! Auguri e complimenti ancora :) mony***

    RispondiElimina
  23. Ciao Katy,

    Questa torta é bellissima, e il post, pure. Il tuo uomo é fortunato. Si vede che é una torta da innamorati :)
    Diffondi anche l'amore per i dolci vegan, che sono buonissimi anche se la gente non ci crede.

    RispondiElimina