venerdì 17 gennaio 2014

Burger di lupini



Ve l’ho mai detto che sono una fan sfegatata di panini & co.? Davvero, probabilmente la nobile arte del panino è stata la prima esperienza culinaria a cui mi sono approcciata. Ricordo ancora quando in piena età adolescenziale trovavo nei piatti pronti surgelati motivo di grande gioia, eppure, nonostante ciò, so altrettanto bene che dopo l’uscita del sabato tornavo a casa di notte, con la mia migliore amica di allora, e ci allietavamo sempre con due super panini fatti al momento. Non cose da "taglia il pane e metti due ingredienti a caso trovati nel frigorifero", ma si tiravano proprio fuori padelle e taglieri per cucinare qualcosa sul momento ed imbottire il nostro spuntino. Poi si andava a dormire alle 4 del mattino felici e satolle (roba che se lo faccio oggi mi devono poi tirare fuori dal letto con la gru).
Insomma, penso proprio sia un amore viscerale che negli anni non è diminuito minimamente, anzi.
Col passaggio a vegan la voglia di sperimentare è aumentata notevolmente ed è per questo che preparo spesso e volentieri veggie burger sempre diversi, perché così è sempre un piatto nuovo. Di base adoro che sia speziato ma non troppo e che abbia la giusta consistenza per ottenere un esterno croccante e un interno morbido, ma con l'impasto frullato grossolanamente e non ridotto in purea. Mi piace anche cambiare gli ingredienti per accompagnarlo, in questo caso ho scelto una versione molto mediterranea, ricca di verdure e con pochissimo ketchup.
Insomma, largo spazio alla fantasia e mangiamoci un bel panino con le mani, gustando a pieno ogni morso e raccogliendo tutte le briciole :-) . Qui potete trovare un’altra versione di burger, fatta con i ceci, oggi invece ve la propongo di lupini. 

Ingredienti per 6 burger:
400 gr lupini in salamoia (peso da scolati), sbucciati
50 gr soia disidratata in fiocchi + 250 ml acqua
1 cucchiaio salsa di soia
1 cucchiaino paprika affumicata (Pimenton de la Vera)
1 cipolla bionda media, tritata
1 carota media, tritata
4 pomodori secchi sottolio sgocciolati
1 cucchiaio concentrato di pomodoro
1 cucchiaio salsa barbecue vegan
2 cucchiai semi di girasole
1 cucchiaino paprika piccante
2 cucchiai lievito alimentare in scaglie
mezzo cucchiaino da caffè di pepe
2 cucchiai amido di mais + 2 cucchiai acqua
circa 10 cucchiai pangrattato
sale, olio evo

Per servire:
panini da burger 100% vegetali
maionese 100% vegetale
ketchup
pomodori secchi sottolio sgocciolati
insalata
rucola

Procedimento:
Mettiamo la soia in fiocchi in un pentolino con i 250 ml di acqua, la salsa di soia e la paprika affumicata. Mettiamo sul fuoco piccolo al minimo di fiamma e facciamo bollire  lentamente finché tutta l’acqua è stata assorbita. Riserviamo.
Intanto mettiamo la carota e la cipolla tritate in una padella con un pizzico di sale  e un cucchiaio di olio, facciamo cuocere a fiamma moderata, mescolando di tanto in tanto, finché le verdure non sono tenere. Facciamole raffreddare.
Mettiamo i lupini, la soia e le verdure ormai fredde nel mixer assieme ai pomodori secchi, il concentrato, la salsa barbecue, i semi di girasole, la paprika piccante, il lievito alimentare e il pepe. Frulliamo a scatti più volte di seguito, dobbiamo ottenere un composto con dei pezzetti piccoli ma visibili degli ingredienti, e non un paté. Quando abbiamo la giusta consistenza versiamo il tutto in un’ampia ciotola e versiamovi sopra l’amido sciolto nell’acqua (sarà colloso) e amalgamiamo.
Aggiungiamo pangrattato un po’ alla volta, mescolando con le mani, finché non otteniamo un panetto omogeneo. Copriamolo con pellicola e facciamolo rassodare in frigo per almeno 40 minuti (ma potete anche farlo il giorno prima di preparare i burger).
Passato il tempo richiesto riprendiamo l’impasto, dividiamolo in 6 parti uguali e diamo loro la forma di burger alti circa 1,5 cm.
Scaldiamo un filo d’olio in una padella e cuociamoli un po’ alla volta, per circa 4-5 minuti per lato a fiamma medio-bassa.

Per servirli io ho tagliato a metà il pane, l’ho tostato e spennellato di maionese sulla parte inferiore e spread di barbabietola su quello superiore. Ho poi messo della lattuga croccante, 2 pomodori secchi ben sgocciolati, il burger di lupini caldo, pochissimo ketchup, la rucola e ho chiuso il panino.
A me così è piaciuto un sacco, ma è ottimo anche servito da solo con qualche verdura di contorno.
Se non usate subito tutti i burger potete congelarli uno sopra l’altro, mettendo tra di loro un pezzetto di carta forno, e usarli quando vi fa più comodo. Potete cuocerli direttamente da congelati, aumentando solamente il tempo in padella.

Un abbraccio e a presto.

P.S. Un grazie al mio modello personale per essere stato mezz’ora a posare col panino in mano, senza poterlo assaggiare. A buon rendere! :-)

33 commenti:

  1. Io non ho mai amato i panini..anzi, sì, qualche volta da piccola mi sono fatta portare al Burghy (che allora era una novità) ma poi, crescendo, ho preso coscienza e addio...la tua versione, però, mi attira non poco e voglio assolutamente replicarla ^_^ Brava Katy

    RispondiElimina
  2. Sto sbavando sulla tastiera. :O

    RispondiElimina
  3. Anche io adoro i panini e questo burger è una vera delizia!!

    RispondiElimina
  4. Wow! Bellissima foto e bellissimo panino! Anche a me piacciono molto i burger e li faccio spesso variando ogni volta gli ingredienti e provando vari abbinamenti. Ma, dimmi una cosa, dove la trovi la salsa barbecue?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In tutti i supermercati un po’ forniti, vicino al ketchup. Io la trovo sia della marca HD che dell’Heinz.
      :-)

      Elimina
  5. Alla parola "lupini" arriva nell'aria una musica un pò nostalgica e rivedo una bambina con il cappottino e le scarpe tonde fermarsi alla bancarella che li vendeva, insieme alle olive verdi, a Villa Borghese, nel punto vicino al laghetto, dove il papà la portava spesso a dare le patatine alle papere... e con il suo cartoccino di lupini era così contenta... :-)
    Finito l'intermezzo amarcord, commento l'idea: bellissima! Io non sono vegan ma alla fine ho scoperto di amare un sacco di ricette che proponi tu o leggo in altri blog interessanti... chi ama il cibo come me, ama TUTTO il cibo senza pregiudizi e poi adoro la creatività e il saper "inventare" alternative assolutamente sfiziose come questa... e mi piace pure la foto, con la camicia aperta a scacchi un po' vintage! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo perfettamente Fra, il cibo vegan non è assolutamente solo per i vegan. Se una cosa è buona, è buona, giusto? :-)

      Elimina
  6. Wowowowowow! Ho il rigoletto di saliva che scende... :Q______ ahahahah sembra buonissimo! Anch'io mi ingegno continuamente in nuovi burger e polpette di legumi, con i lupini però desisto sempre per il fatto di doverli sbucciare in anticipo (avendo poco tempo, cerco sempre il fast and furious della situazione!)...però a vedere quella foto un pensierino quasi quasi ce lo faccio!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, alla fine sono molto veloci da sbucciare, un piccolo taglietto di lato e scivolano via che è un piacere. E poi preparando 6 burger hai cene pronte per parecchie volte, vuoi mettere il risparmio di tempo? ;-)

      Elimina
  7. Quante cose mi mancano ancora da assaggiare nella vita! una di queste sono i lupini!
    Provvederò prima poi! Panino stragoloso!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero non hai mai assaggiato i lupini? Neanche alle fiere di paese?
      Allora la prima volta assaggiali così, direttamente dal sacchetto e mangiandoli con le mani… è l’iniziazione :D

      Elimina
  8. Molto curioso questo burger!! Settimana prossima vado in Puglia..quale occasione migliore per fare scorta di lupini? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beata te Chiara, mi trovi un posticino in valigia? :-)

      Elimina
  9. Wow Katiuscia!! Io faccio i burger di lupini, ma mooooooooooolto più semplici di queste prelibatezze! Mi incuriosisce l'aggiunta dei fiocchi di soia e del lievito. Sarei proprio curiosa di assaggiarli!
    Un abbraccio, buon weekend!

    RispondiElimina
  10. speciale!!!! e' che ora manca la voglia di cucinare ed uno stomaco degno di digerire cotanta bonta'....rimandato ma memorizzato!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Memorizza Marta, oppure fatteli preparare da qualcuno… a te ora è tutto dovuto :D

      Elimina
  11. Da bava alla bocca questo panino!
    Dovrei sicuramente cimentarmi di più in burger e affini ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo, è una nobile arte ;-)
      Baci Cesca :*

      Elimina
  12. E' ora di cena, guardo questa foto ed ho l'acquolina in bocca ....che voglia di addentare quel panino!...vorrei provarlo ma i lupini a Berlino non so dove trovarli....vedremo! Complimenti, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mannaggia Letizia, che vita dura senza lupini!
      Spero tu riesca a trovarli, baci :*

      Elimina
  13. Ciao Katiuscia! Ho appena scoperto il tuo blog e me ne sono subito innamorata! ...come di questo panino! :D Sembra davvero goloso, da provare! Io non sono vegana ma cerco di limitare il consumo di carne e prodotti di derivazione animale e mi piace prendere spunto da blog vegani come il tuo! Se vuoi passa dal mio blog, ho pubblicato anch'io una ricetta di un panino vegano http://mytwospaghetti.blogspot.it/2013/12/panino-vegano-vegan-ciabatta.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie mille di essere passata :-)
      A presto! ^_^

      Elimina
  14. La mia paninara preferita! <3 i burger che fai tu, Katy, nessuno eh..;)
    io un pensierino su una panineria veg ce lo farei davvero!
    Anche questo è super invitante, mi attira che non hai idea.. burger di legumi ne faccio spesso, ma non sono mai ricorsa all'aggiunta di soia, mentre ho visto che tu la metti quasi sempre nelle polpette.. come ti regoli con le proporzioni? Alla prossima voglio provare anch'io! ;)
    Grazie Katy, un bacino :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucre,
      ehehehhe… panino mon amour :D
      Io la soia la metto sempre perché secondo me dà un’ottima consistenza finale al panino, che solo i legumi non hanno.
      Francamente non ho delle porzioni precise stabilite, diciamo che però quando li faccio uso sempre circa 400 gr di legumi e una cup di soia che, più o meno, è 50-60 gr. L’importante è cuocerla col metodo ad assorbimento.
      Se provi fammi sapere :-)
      Bacio :*

      Elimina
  15. Oh mammamìa che meraviglia...io devo cercare assolutamente i lupini....è una questione essenziale!!!!

    RispondiElimina
  16. Ciao Katiuscia ho appena preso il tuo libro e ti faccio i complimenti !!! Belle ricette, semplici e ben fatte !!
    Ti faccio ridere (io sono vegan da 3 anni) ho appena letto la ricetta dei burger di lupino e io li faccio nello stesso modo (al posto della soia uso il tofu !!!).
    E proprio vero che a volte basta solo un po' di inventiva !!!
    Un saluto e GO VEGAN

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fernando,
      grazie mille! Sono felice che il libro ti piaccia e tu possa trovare qualche spunto per le tue ricette.
      Ma dai, davvero anche tu fai così i burger di lupino? Hai proprio ragione, l’inventiva è la base di tutto! Allora la prossima volta proverò ad usare la tua preparazione usando il tofu, sono curiosa del risultato.
      Un saluto a te e ancora grazie :-)

      Elimina