martedì 7 gennaio 2014

Macedonia invernale con sciroppo tiepido alla vaniglia



Oggi le festività natalizie sono finite definitivamente e si torna alla solita quotidianità, magari solo con qualche chilo in più sui fianchi, un po’ di nostalgia per quello che è stato e malinconia in previsione di quello che ci aspetta. Perché non so voi, ma a me gennaio e febbraio sono mesi che mettono una tristezza infinita, un prolungarsi continuo di giornate con sempre troppa poca luce, freddo pungente, frutta e verdura sempre uguale (come ogni anno comincio ad avere noia di cavoli & co.), la necessità di uscire sempre tutti incappucciati e bardati dentro giubbotti troppo ingombranti…
Insomma, fosse per me, passato il Natale dovrebbe essere il turno della primavera, tolte le lucine dagli alberi dovrebbero sbocciare i fiori e colorare di tinte pastello ogni prato, spargendo il loro intenso profumo nell’aria, si dovrebbe iniziare a vestire con solo la maglietta a maniche lunghe e il golfino in cotone, tirando su le maniche nelle ore in cui il sole è più caldo.
Così però non è, e so anche che l’inverno serve, è un passaggio necessario -così in natura, così nella vita-, una tappa fondamentale per giungere alla rinascita. Conosco però un modo per prendermi un pochino gioco di lui, viverci dentro senza però sentirmene soffocare… i colori. E qui madre natura può davvero aiutarci parecchio, perché nonostante le giornate così buie, i frutti e le verdure di stagione sono un arcobaleno di calde nuances, che messe insieme nella stessa preparazione creano piatti che ti fanno stare subito meglio, anche solo a guardarli.
Rosa, arancione, rame, giallo e rosso, uniti da uno sciroppo tiepido che profuma di vaniglia… non vi sentite già in vacanza con le onde che si infrangono sul bagnasciuga? E poco importa se ci gustiamo la ricetta davanti al camino… quello forse è l’unico vero lato positivo dell’inverno ;-)

Ingredienti per 2 persone (tutti ingredienti bio/non trattati):
1 pompelmo rosa
1 arancia succosa 
1 mandarino senza semi
1 piccola mela dolce e soda
1 piccola pera 
mezza melagrana matura
2 datteri medjoul
una manciata di semi di zucca
il succo di mezzo limone
60 ml malto di riso
40 ml acqua
la punta di un cucchiaino di vaniglia in polvere

Procedimento:
In un pentolino poniamo il malto, l’acqua e la vaniglia. Mettiamo sul fuoco più piccolo al minimo e facciamo sobbollire per 5-7 minuti, finché lo sciroppo non si è ridotto di un terzo. Facciamo intiepidire.
Intanto sbucciamo a vivo -eliminando anche le parti bianche  e le pellicine- il pompelmo, l’arancia e il mandarino, tagliamoli tutti a spicchi e posizioniamoli in una ciotola. Laviamo bene la mela e la pera e tagliamole molto sottilmente, eliminando la parte del torsolo, senza sbucciarle. Bagnamole subito con poco succo di limone e aggiungiamole nella ciotola. Sgraniamo la melagrana e uniamo i chicchi agli altri ingredienti, assieme ai datteri denocciolati tagliati a pezzetti e ai semi di zucca.
Mescoliamo brevemente e versiamovi sopra lo sciroppo tiepido di vaniglia, rimescoliamo e gustiamo subito.

Con questo tripudio di vitamine non posso che partecipare alla raccolta di Salutiamoci che questo mese ospito io e che ha come ingrediente principale gli agrumi…. aspetto anche le vostre preparazioni, eh! :-)

Un abbraccio e a presto.

29 commenti:

  1. E' bellissima, Katy....la ricetta (il genere che piace a me) e la foto.....brava!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Deliziosa...E un Buon Anno!!!

    RispondiElimina
  3. Agrumi! Sì sono la mia passione e mi impegno a partecipare!!!!

    RispondiElimina
  4. Che bella e che buonaaaaaaaaaaaaaaaaaa! Accidenti a guardare le tue ricette mi sento proprio una pischellina con idee culinarie stile "4 dummies"!!!
    Corro a comprare la vaniglia in polvere e me la sbafo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma va là, più for dummies di questa non si può :-)

      Elimina
  5. Te lo devo dire, condivido ogni parola, soprattutto il rifiuto che a febbraio/marzo inizio ad avere per i cavoli…arrrgh! Beh, fortuna che quel momento non è ancora arrivato (anche se lo aspetto con ansia, perché di lì a poco arriva l'esplosione di vita della Primavera) e che il clima, per lo meno, è insolitamente mite. Mi rifugio con te in questi bellissimi colori, accendo il camino e attendo paziente, insieme alla terra e alle gemme sugli alberi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettiamo, passeranno anche questi sessanta giorni… :-)

      Elimina
  6. Un modo gustoso per mangiare la frutta di questo per me triste periodo dell'anno,grazie per la ricetta se ti fa piacere passa a trovarmi.

    RispondiElimina
  7. Concordo assolutamente con te, io adoro la verdura invernale (molto più di quella estiva), e anche se per ora sto benissimo tra cavoli e verze mi aspetto che almeno verso marzo mi prenderà un po' di sdegno, per forza! :D più probabile è che a breve mi succederà con la frutta, ad esempio coi cachi, che già mi hanno annoiato quest'anno. Però un modo di non farsela venire a noia c'è. ed è proprio combinarla come hai fatto tu, sperimentando abbinamenti nuovi, e deliziando il palato e gli occhi con i suoi colori meravigliosi :)
    Io ti dico la verità cerco di rispettare gli abbinamenti della frutta, però penso che potrei rinunciare tranquillamente per assaggiare questo arcobaleno :)
    Un bacione Katy :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehehhe, sai che io sono monella con gli abbinamenti ;-)
      Grazie Lucre, un bacione!

      Elimina
  8. Ti leggo e vedo la foto (tu con il bianco te la intendi benissimo, fidati di me) e penso che è facile, più di quello che pensavo: la primavera esiste davvero dopo le feste, si porta in tavola con estro ed eleganza... basta unire colori, spalmare luce come sciroppo, avere le idee giuste (messe nel piatto uguale al mio, ehehe) e saper credere che anche l'inverno può essere accogliente...
    Ti ringrazio perchè mi hai fatto passare la voglia di fragole e albicocche e posso aspettare ancora per un pò... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Francesca, adoro sempre leggere i tuoi commenti <3

      Elimina
  9. Ehee... ce ne vuole ancora per sentire il profumo della primavera!
    Il freddo dalle mie parti si è appena fatto vedere!
    Comunque posso sentire da qui il profumino di questa deliziosa insalata di frutta, che solo a vederla ti risolleva l'umore!
    ciao MARI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeeee… troppo ce ne vuole di tempo!
      Per essere l’inverno è cominciato da sole 2 settimane…. che tristezza! :-(
      Fortuna la macedonia ;-)

      Elimina
  10. uh quanta calma e calore mi da la foto di questa macedonia.. buonissima..
    che foto poi mia cara.. fantastiche

    RispondiElimina
  11. che colori da sogno, Katy! dopo tutti questi pranzi/cene del periodo, una macedonia così fresca ci sta tutta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Herby… abbiamo tutti una bella zavorra da smaltire :D
      Grazie cara :*

      Elimina
  12. eh si ti capisco....pure io salterei l'inverno per scivolare tra caldo e colori...ma questa macedonia è davvero un'ottima distrazione...e mi piace molto anche lo sciroppino vaniglioso :D

    RispondiElimina
  13. eh si l'inverno sarà ancora lungo ma già con le prime giornate di sole se ci fai caso il profumo è cambiato...le mie ortensie per esempio stanno già germinando e fra poco arriva il tempo della potatura... e così per il resto.. mi aiuto cambiando le tende in cucina e mettendo due rose che non so come mi fioriscono di questo periodo in giardino...rose antiche.. ma il tuo piatto ha il sole dentro! brava passerò spesso da qui perchè proponi tante idee carine non scontate! buon anno e buona luce che sia sempre con noi! ;-) Pippi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pippi, è un onore per me averti qui… adoro il tuo blog :-)
      Un abbraccio e a presto

      Elimina
  14. Anche io non amo molto il prolungarsi dell'inverno (periodo natalizio a parte), quindi è d'obbligo prepararsi coccole culinarie come queste...meravigliose da vedersi e buone da gustarsi! Se riuscirò ad elaborare qualcosa di buono con gli agrumi, parteciperò volentieri anche io a Salutiamoci...vediamo un po' cosa combinerò :D
    A presto :)

    RispondiElimina
  15. E' stupenda! Grazie della condivisione. MI piace tantissimo anche la luce che inonda..Arrivo. Promesso. :-*

    RispondiElimina
  16. Uhmmm che buona! :) Comunque concordo con la noia di queste giornate e dei giubbotti troppo ingombranti..ma perché vogliamo parlare di pigiami? :P

    RispondiElimina