venerdì 2 dicembre 2011

Salsa harissa fatta in casa


Beh, diciamo subito che questa non è una vera e propria ricetta, ma è comunque una preparazione molto utile in grado di arricchire numerosi piatti.
L'harissa è una salsa piccante tipica del Nord Africa, il termine deriva da harasa che significa pestare, infatti il procedimento per prepararla è molto simile a quello del pesto nostrano.
Probabilmente la si riesce a trovare già pronta in qualche alimentari etnico o supermercato più fornito, ma dato che l'autoproduzione dà molta più soddisfazione e il procedimento non è per nulla complicato, perché non farla in casa? :-) (è anche vero che io non l'ho mai trovata e, quindi, o me la facevo o restavo senza... giammai!)
Una volta pronta possiamo conservarla in frigo all'interno di un barattolino di vetro coperta da un filo d'olio e usarla, con parsimonia perché è moooooolto piccante, per insaporire cous cous, vegan kebap, piatti a base di seitan, ma anche verdure dal sapore mediorientale.
Le dosi sono per poco preparato, circa 2 cucchiai colmi, ma considerate che mezzo cucchiaino da caffè è sufficiente per 2-3 porzioni.

Ingredienti:
25 gr peperoncini secchi (io ho usato quelli piccolissimi e molto piccanti, ma anche quelli tradizionali vanno bene)
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio semi di coriandolo
1 cucchiaio semi di cumino
4 cucchiai olio evo
sale

Procedimento:
Come prima cosa armiamoci di santa pazienza e con un coltello priviamo i peperoncini dal picciolo e da tutti i semi interni (che non butteremo, ma conserveremo in un piccolo contenitore e useremo per i soffritti).
Fatto questo, mettiamoli in una ciotola di vetro e ricopriamoli di acqua bollente per un'ora, di modo che si ammorbidiscano.
Intanto mettiamo il cumino e il coriandolo in un macinacaffè e riduciamoli in polvere.
Scoliamo i peperoncini e posizioniamoli nel mixer con le spezie, l'aglio e parte dell'olio.
Iniziamo a frullare a velocità minima e versiamo a filo l'olio rimasto; continuiamo a frullare a velocità più elevata finché il composto non diviene pastoso, simile per consistenza al concentrato di pomodoro.
Mettiamo in un vasetto di vetro e copriamo con un ulteriore filo d'olio.

Tutto qui :-)
A breve posterò qualche ricettina in cui l'harissa ci sta proprio bene, perciò mi è sembrato utile pubblicare prima la sua preparazione. :-)
Un abbraccio e a presto.

5 commenti:

  1. bella ricetta Katy, complimenti! aspettiamo la ricettina,a llora!

    RispondiElimina
  2. Troppo curiosa di vedere le ricettine con l'harissa...suspance...^_^

    RispondiElimina
  3. Ha un aspetto invitante
    da provare, ciao

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutte! :-)
    Appena mi libero un po' dalla tesi pubblico qualcosina :-)
    Un abbraccio a tutte!

    RispondiElimina
  5. Non ho mai provato l'harissa ma di sicuro piacerebbe al mio Adry, lui adora il piccante ed io non sono da meno ;)

    RispondiElimina